logo-testo della parrocchia di Cristo Risorto
Madonna della Misericordia

A seguito di un lungo e cordiale contatto con il parroco della collegiata di S. Angelo in Lizzola (Pesaro), ottenute le autorizzazioni da parte della Soprintendenza per i Beni Artistici delle Marche - Urbino, la parrocchia di Cristo Risorto in Pesaro ha accolto in comodato gratuito ed a tempo indeterminato il dipinto MADONNA DELLA MISERICORDIA (tempera su tela, misure: cm 144 H. - 122 L.), proprietà della suddetta collegiata. La tela, al momento, era collocata sull'altare laterale, parete destra, della chiesa intitolata a s. Michele Arcangelo ed aveva richiesto il restauro a motivo dei pesanti danni subiti dalla chiesa durante la seconda guerra mondiale.

Molto interessante è l'iconografia della Madonna della Misericordia che accoglie tanti fedeli (uomini e donne in gruppi distinti) sotto il suo manto, mentre viene incoronata da due angeli. Altrettanto piacevole è la dinamicità prodotta dallo svolazzare dei due angeli descritti nella parte superiore. Bella l'impostazione iconografica in cui traspare la tenerezza della Vergine Maria, oltre che dall'armonia delle ali degli angeli che la incoronano e dagli abiti dei personaggi, che trovano sicuro riparo sotto l'ampio e bel manto della Madonna.

L'autore del dipinto risulta ignoto, benché sembri di ambito marchigiano, e l'opera potrebbe sicuramente risalire a fine secolo XVI. Indubbiamente il quadro si ispira a quello conservato nella chiesa di S. Maria dell'Arzilla in Pesaro. A far scuola a questo tipo di iconografia è, forse, Piero della Francesca (1420? - 1492) con il suo polittico della Madonna della Misericordia conservato attualmente nel museo civico di Sansepolcro.

Il parroco don Adelio Battarra, legale rappresentante della parrocchia di Cristo Risorto in Pesaro, ringrazia la disponibilità di don Enrico Giorgini, parroco e della sua comunità al passaggio del dipinto e si impegna alla migliore esposizione nella chiesa, perché possa risultare elemento di sentita devozione da parte dei fedeli.

(don Adelio Battarra, parroco)

> Critica al dipinto (formato: pdf, dimensione: 5KB)